Consulenza per infortunio sul lavoro

La Consulenza per Infortunio sul Lavoro può essere utile se non indispensabile per far valere il proprio diritto al risarcimento del danno o comunque per avvalorare la propria tesi sulla corretta dinamica dell’infortunio e per far emergere eventuali responsabilità sull’accaduto.

L’infortunio sul lavoro è un evento fortuito, violento indipendente dalla volontà di qualcuno, che causa un danno all’integrità fisica di un lavoratore o di terzi, in misura più o meno grave.

I casi più frequenti? La frattura di un arto, una contusione, un’abrasione, una distorsione, nei casi più lievi, sino ad arrivare a lezioni più importanti che portano a danni permanenti di vario genere.

Nel caso in cui il malcapitato infortunatosi sia titolare di una polizza infortuni o dipendente di una ditta, può essere utile richiedere una consulenza tecnica sull’infortunio sul lavoro volta ad accertare che l’evento subito possa essere ricondotto ai casi previsti dalle condizioni generali della polizza infortuni, verificando se vi sia l’esistenza di eventuali limitazioni o esclusioni e consigliando al meglio l’infortunato per l’ottenimento del giusto indennizzo possibile.

Consulenza per infortunio sul lavoro
Consulenza per infortunio sul lavoro con perizia di ingegneria forense a tutela dell’assistito

Qualora l’infortunio sia avvenuto direttamente sul luogo di lavoro (od anche nel tragitto da casa a lavoro e viceversa) il perito esperto di infortuni, incaricato di redigere la perizia sull’infortunio può intervenire per definire e richiedere il risarcimento del danno differenziale, ossia delle eventuali voci di danno che non vengono indennizzate dalle assicurazioni sociali obbligatorie (INAIL).

L’infortunio sul lavoro può causare una menomazione che può essere permanente oppure temporanea.

Nel primo caso di danno permanente dell’infortunato (la c.d. “invalidità permanente”) il danneggiato subirà una diminuzione della propria integrità fisica, espressa in misura percentuale, definitiva e non guaribile.

Il danno temporaneo (la c.d. “inabilità temporanea”) è, invece, destinato a risolversi con il tempo e normalmente si quantifica economicamente sulla base dei giorni che rendono inattiva, totalmente o parzialmente, la persona danneggiata.

Sarà uno specialista medico legale a stabilire in quale misura sussista una invalidità permanente e una inabilità temporanea, dopo aver sottoposto a visita medica il danneggiato.

Spesso occorre però anche determinare con una perizia tecnica la corretta dinamica dell’infortunio sul lavoro sia perché se la prognosi supera i 30 giorni vi sono anche risvolti penalmente perseguibili sia perché è importante per stabilire eventuali responsabilità dirette od indirette di terzi, preposti alla sicurezza, Datore di Lavoro ecc..

Le clausole contrattuali previste nelle polizze sugli infortuni sul lavoro risultano spesso complesse e di difficile interpretazione, e l’inevitabile ignoranza delle procedure che consentono di documentare correttamente il danno subito non permettono al danneggiato di tutelare in modo adeguato il proprio diritto all’indennizzo per infortunio sul lavoro subito.

Per questo è sempre utile rivolgersi ad un team di professionisti in grado di garantire una consulenza completa e precisa, caso per caso valutando sia aspetti tecnici sia giuridici.

Ricostruzione cinematica dell'incidente sul lavoro
Ricostruzione cinematica dell’incidente sul lavoro

Ecco perché ti può essere sempre utile una Consulenza per infortunio sul lavoro il cui costo e spesso coperto dalle assicurazioni stesse o dalle controparti se si va in giudizio.

Lascia un Commento

L’indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.